collegamento logo

Dirittoalgioco.it

A promozione della cultura ludica partecipata ed inclusiva

Index - Presentazione - Attività - Tavolo - Archivio - Logo - Festa 2018 - progettare 2019 - policy privacy

FESTA NELL'AREA VERDE DI VIA CAPODISTRIA - 2017

la piccola festa del gioco decentrata della scuola dell'infanzia Monti di Ravennamappa del parco pubblico ingrandimento

La festa che si è realizzata il 13 maggio 2017 presso l'area verde comunale di via Capodistria (nota per il percorso stradale da fare in bicicletta utilizzato per l'educazione alla lettura e rispetto della segnaletica) arriva al culmine di un'intesa esperienza di collaborazione tra genitori ed un esperto che li ha portati a generare risorse ludiche ed attività strutturate di carattere ludico per la festa stessa.

Sin dalle prime ore della mattina un nutrito gruppetto di genitori si è dato appuntamento al parco per preparare l'ambientazione della festa e per organizzare i luoghi di gioco secondo quanto era già stato programmato negli incontri di laboratorio, prevedendo di attivare più gruppetti di bambini/e prevalentemente all'ombra degli alberi, evitando che la calda giornata potesse condizionare gli umori di tutti/e.

Come fissato nell'organizzazione della mattinata ed in accordo con i docenti referenti della scuola dell'infanzia Monti, due grandi gruppi di bambini/e hanno visitato e giocato al parco susseguendosi uno all'altro, per un totale d 140 bambini/e dai 3 ai 5 anni, e relativo personale docente e di supporto.
Condotti dai loro genitori, vari sotto gruppi di bambini/e hanno preso parte a 5 diverse attività ludiche più una (che era quella finale, la più cerimoniosa ma anche corale).

centrare i cerchi ingrandimento
Una decina di cerchi in plastica sono stati appesi ad una densa ragnatela fatta di corde, realizzata intrecciando in più punti corde lunghe e corte, ricorrendo ai rami e tronchi degli alberi, facendo ricorso ad una scala e a due babbi spider-man.
Il risultato è stato veramente attraente, anche perchè ai cerchi sono stati poi appesi dei pezzi di nastri da decorazione, che hanno contribuito a colorare il luogo e trasformare il giardino che tutti conoscono in qualcosa di speciale per una mattina.
il gioco era semplicissimo ma richiedeva comunque una buona padronanza del lancio delle Comete verso l'alto per fare centro nei cerchi. Non vi era alcun risultato atteso se non quello di fare per il piacere di fare, e ciascun bambino e ciascuna bambina si è coinvolto/a pienamente, anche perchè dentro ad una dinamica in cui tutti/e facevano la stessa cosa ma ognuno/a era comunque libero/a di farla a modo suo, scegliendo quale bersaglio e come e dove lanciare. Questa come le altre attività ludiche che seguiranno, hanno preso una decina di minuti non oltre, anche perchè ogni volta, vi era il tempo di calcolato per lo spostamento di un gruppetto verso altre postazioni ludiche.
copiare il modello ingrandimento una bambina come referente per il gruppo ingrandimento
All'interno del piccolo parco, assieme agli alberi ci sono piccoli spazzi di prato ed il sentiero in asfalto, utile all'educazione stradale, c'è una collinetta su cui si è svolta un'altra attività ludica.
Inizialmente l'adulto mostrava gesti e movimenti da fare, ed il gruppetto copiava facendo del suo meglio, ricorrendo sempre alla cometa - che con il suo lungo strascico di nastri da decorazione colorati permetteva di ingigantire ed apprezzare maggiormente il gesto.
Poi l'adulto veniva sostituito/a da un bambino/a e questo/a diventava colui/colei che mostrava e indicava agli altri/e che cosa copiare.
centrare il canestro ingrandimento
Ancora un altro gioco di lancio, questa volta per centrare qualcosa che era a terra e non per aria.
Sul prato erano state appoggiate delle scatole di cartone decorate, che servivano da bersaglio. Al segnale, tutti/e si impegnavano a cercare di fare centro, mantenendo un'equa distanza dal bersaglio, segnalata da un nastro bianco e rosso a terra.
L'adulto regolava il gioco, e anche si impegnava a restituire le Comete lanciate al bordo del limite tra il dentro ed il fuori del cerchio, da dove i bambini/e prendevano le Comete e le lanciavano. Anche per quest'attività è servito veramente poco per divertire e coinvolgere tutti/e, non è stato necessario proporre una quantità di canestri da raggiungere per giocare, il tutto avveniva per il piacere del fare e stare assieme agli altri/e, sfidando se stessi/e, senza nessuno che proponeva come migliorasi ci si influenzava reciprocamente.
tutti sotto al telo ingrandimento
Su di un grande telo sono state raccolte le Comete che sarebbero state poi distribuite a ciascun bambino/a.
Tutti i partecipanti compreso gli adulti si sono disposti attorno al telo mantenendo lo stesso sollevato un pò da terra, e ai segnali si giocava a fare sobbalzare le Comete.
Poi l'attività ha portato parte del gruppo a stare sotto e altri a mantenere il telo, facendo ondeggiare lo stesso in aria e stimolando chi era sotto a dare dei colpi di mano al telo per fare volare in alto le Comete che vi erano contenute, fino a svuotare lo stesso.
La coralità di questo evento ha permesso di chiudere le attività tutti assieme
Il passo successivo è stato quello di regalare ad ogni bambino/a una Cometa, il giocattolo che è stato da loro usato nelle diverse attività di gioco.

Al termine della festa le varie comete sono state regalate una per ciascun partecipante.
Tutti gli adulti coinvolti sono stati soddisfatti dell'esperienza e ci si è dati appuntamento all'anno successivo, per un nuovo percorso di laboratorio e la festa conclusiva

cerchi