LA MANUALITA' LUDICA
E CRE-ATTIVA

Convegno online sulla Manualità ludica e cre-Attiva


il 25 febbraio 2023 dalle 15,30 alle 17,30 è previsto convegno online per trattare di una tematica trasversale al Diritto al gioco.
Interverranno una serie di esperti dell'argomento del gioco e della manualità applicata in contesti educativi e dell'animazione sociale, sia dal punto di vista della promozione culturale che delle buone pratiche educative e di implementazione del gioco e del giocare.


Conoscere e comprendere da più punti di vista l'importanza dell'esercizio della manualità per la crescita della persona, soprattutto se in età dello sviluppo, per questo si andrà alla ricerca di ciò che fonda il valore della manualità purtroppo tanto "pre-giudicata", bistrattata, nell'odierna società, che spesso trova egual riflesso nei contesti educativi, presumendo che vi è qualcosa di più alto, veloce e virtuale da conquistare.
Proveremo ad aggiornare il ruolo ed i compiti educativi dell'adulto per facilitare le attività del "costruire con le proprie mani", individualmente e con gli altri, soprattutto se l'atto viene esercitato in contesti liberi dal giudizio, possibilmente in uno sfondo ludico e creativo, con azioni significative per i partecipanti e per questo con la possibilità di esercitare un alto livello di protagonismo.

Convergono a convegno sia autorevoli voci dell'ambito accademico che testimonianze di esperienze significative realizzate in diversificati contesti educativi e non. Nell'ipotesi si auspica anche dell'apporto offerto da alcune voci di operatori internazionali, che operano nell'ambito di progetti di ricerca sul gioco e della neuro scienza evolutiva.

Ai nomi accademici faranno seguito alcuni di coloro che, operando da sempre in relazione alle nuove generazioni, hanno portato innovazione, cambiamento ed arricchimento delle buone pratiche per garantire continuità tra processi di apprendimento concettuali e quelli esperenziali.


Modera il tavolo il professore Roberto Farnè, del Dipartimento di Scienze della Qualità della vita UNIbo e Presidente della Libera Università del Gioco (LUnGi)

convegno del 25 febbraio 2022 Manualità ludica e cre Attiva
pitturare manualità ludica e creativa
usare il caccaivite corto per inserire cartone nel tappo di metallo
usare il nastro isolante per decorare uno stecco di legno
tagliare  parti di nastro isolante da elettricista colorato
Gabriella Falcicchio LIBRO educare al piacere di usare le mani

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 


RELATRICI/RELATORI

Gabriella Falcicchio 

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione Università degli Studi di Bari "Aldo Moro
"
Titolo: Il deterioramento della manualità nei contesti educativi: un'emergenza invisibile

Nel corso dei decenni, la manualità nei contesti educativi - specie famiglia e scuola - è andata via via scomparendo. Eredi di una tradizione educativa che privilegia l'apprendimento libresco e astratto e che svaluta l'uso delle mani, con l'avvento dei dispositivi elettronici bambin* e ragazz* vedono ulteriormente ridursi le possibilità di movimento del corpo e della mano, che pure è "l'organo della mente". Come affrontare questa perdita così rilevante e tuttavia non percepita come tale?


Raffaele Mantegazza

Professore associato, PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE, Università di Milano Bicocca, facoltà di Scienze della Formazione.

Titolo: MANUALE MANEGGEVOLE PER AMANUENSI ALLA MANO - La mano e le sue contraddizioni

La liberazione della mano dai bisogni di deambulazione durante l'evoluzione umana ci ha portati a dare a questa parte del corpo uno straordinario valore simbolico. Quali e quante cose possiamo fare con le mani? E quali sono i loro limiti? Che differenza c'è tra stringere la mano di un amico, un giocattolo o in fucile?


e le TESTIMONIANZE DI BUONE PRATICHE di
-Antonio Di Pietro

Pedagogista ludico. Docente a contratto alla Scuola di Studi Umanistici e della Formazione dell’Università di Firenze; Presidente del Cemea Toscana, collabora con LUDEA (Libera Università dell’Educazione Attiva) e LUNGI (Libera Università del Gioco)
Titolo:
Con le dita nel naso - Conoscere il mondo a portata di mano

Le mani da 0 a 6 anni.


-Monia Monti

Pedagogista, Istruttrice di mindfulness e trainer di meditazione, Formatrice

Titolo: Riprendere la via dei sensi: ritorno al corpo con la mindfulness e la meditazione


-Roberta Olivera (presidente Ali per giocare ludo bus/ludoteche italiane)
Titolo


-Monica Piancastelli

Geoarcheologa preistorica e giocattolaia

Titolo: Bambini nel tempo

Alcune delle più antiche e probabili testimonianze di attività manuali infantili rinvenute in siti preistorici europei. Metodologia e limiti nella ricerca e nell’interpretazione


-Roberto Papetti (giocattolaio e artista)
Titolo


-Renzo Laporta
educatore e coordinatore del progetto della Festa del diritto al gioco
Titolo: A Luis piace il rischio, a me interessa evitare il pericolo

Bambine e bambini se messi opportunamente in situazione idonea a coinvolgersi, anche "gli strumenti della manualtà del lavoro" (come usava dire Gianfranco Zavalloni), non sono un pericolo ma un'opportunità per maturare competenze e conoscenze, soprattutto restituire stima a chi, con l'impegno, ottiene qualcosa con le sue mani


INVIARE  EMAIL  PER  L’ISCRIZIONE  A:  associazione@lucertolaludens.it

CONTENUTI E ORGANIZZAZIONE
L'evento avrà una durata di 2 ore (massimo 2,5 ore), prevedendo un momento di trasmissione di saperi espresso da più voci, a cui fare seguire una fase di libera condivisione tra partecipanti e ospiti, ed una successiva di conclusione affidata agli ospiti autorevoli.

La partecipazione all'evento è garantita da una pre iscrizione a cui seguirà la trasmissione del link per accedere alla piattaforma online.
L'evento sarà registrato e presume il consenso per la partecipazione. Seguiranno episodi dell'evento trasmessi su piattaforma Youtube.

NOTE
Per l'evento ci si affida ad una rete organizzativa nazionale costituita dalla Libera Università del Gioco (LUnGi) e Ali per Giocare (Ludobus e ludoteche italiane)e locale, con riferimento al Tavolo per il diritto al gioco del progetto della Festa del diritto al gioco 2023.


Il 25 marzo ed il 01 aprile al mattino sono previsti due seminari/laboratori in presenza presso la sala conferenze del Planetario, dal titolo "Ludica in-formazione, giocare a costruire giocattoli"

I laboratori riguarderano l'utilizzo alternativo di materiali facilmente accessibili, come quelli che finiscono il loro ciclo nella differenziata  nonché con il ricorso agli scarti del legno di lavorazione; ma con essi si può avere anche una divertente "seconda vita delle cose".


RISORSE

Per saperne di più sui percorsi formativi del progetto della Festa del diritto al gioco, segui questi link verso episodi video registrati sulla piattaforma youtube:

-GIOCARE AL NATURALE, 

-GIOCARE NELL'EMERGENZA  e
-GIOCO E' BENESSERE  


convegno manualità ludica e cre attiva del 25 febbraio 2023 pomeriggio