Giocare con le biglie
è una cosa seria

ovvero Cultura ludica in biglie - Bigliamo


Laboratorio sulla costruzione di dispositivi per giocare con le biglie e la creatività ludica.

L'interesse verso le biglie porta a riconoscere il Diritto al gioco in via universale, accessibili e giocabili ovunque le biglie sono un giocattolo che si gioca in tutto il mondo, un vero ponte tra culture, che hanno elaborato simili e variegate modalità di giocare, tanto sul terreno all'aperto come al chiuso, con e senza il supporto di dispositivi che ne permettono l'attuazione.
Il laboratorio porterà il gruppo classe a costruire e ideare giochi, confrontando con la questione sociale dell'inclusione e del rispetto tra pari, del farsi protagonisti tanto del giocattolo che si usa che dei suoi modi di giocare.

INTRODUZIONE
Il laboratorio promuove il giocare con le biglie, in classe come in altri luoghi accessibili del cortile scolastico, attivando i gruppi gioco orientati all'apprendimento.

Le biglie hanno caratterizzato il gioco autonomo in ogni luogo piano lasciato libero dagli adulti e, arrivando la bella stagione, nelle tasche dei bambini di allora era facile trovare un sacchettino di lucide sfere colorate con cui sfidare gli amici in attività ludiche tradizionali.
Oggi il mercato propone soluzioni ludiche anche di grande attrazione, ma restano prefabbricate.

Il laboratorio vuole qualificare il Diritto al gioco nella gratuità e nel piacere di co-costruire l’apprendimento interagendo con gli altri e le altre, senza tralasciare il fatto che è difficile decidere assieme, puntando ad un sensibile valore estetico e sostenibile dei manufatti per gioco.

Terreno di sperimentazione è stato il lavoro di laboratorio fatto con le Magliette gialle di questo giugno 2023, in cui, ubicati nei pressi della pista in cemento per biglie del parco Teodorico, si sono sviluppati strumenti di promozione dello stesso. Affianco, l'immagine conduce al primo video promozionale della pista stessa;  mentre al link Lucertola Ludens si atterra alla pagina che spiega il progetto e anche permette di scaricare gratuitamente Quadernino e set di 8 cartoline promozionali.

SCARICA PDF documento presentato nel PAFT

link a video Bigliamo
il gioco del "ponte" realizzato con un scatola da scarpe

OBIETTIVI
Operare sulla manualità ludica e creativa ricorrendo a vari materiali anche di recupero, con l'invito ad usare semplici strumenti per incollare, forare, tagliare e avvitare per realzizare "il ponte", le "porte sempre aperte", il labirinto in scatola ...
Operare sulle competenze più analitico razionali del saper descrivere processi, arricchendo il bagaglio linguistico
Operare sulle competenze trasversali inerenti lo scambio, il confronto, la socializzazione e la buona comunicazione che fa leva sull'empatia

una serie di porte sempre aperte per le biglie

CONTENUTI
“Giocare con le biglie è una cosa seria”, in cui bimbe e bimbi svilupperanno protagonismo nell’ ideare/realizzare giochi, ponendo questo al centro dell'attenzione metodologica. Il laboratorio avrà altresì un risvolto sul piano della promozione dei diritti secondo la Convenzione dei diritti dell'infanzia/adolescenza, a partire dal Diritto al gioco, come impegno che chiama  tutti e tutte a responsabilità.

Per fare questo il tema dell'inclusione sociale sarà un elemento essenziale da riconoscere ogni qualvolta si attiveranno i gruppi di gioco.

Le attività di manualità ludica e cre-attiva si alterneranno a momenti di confronto di coppia, piccolo gruppo e in plenaria.

Essendo parte del progetto della Festa del diritto al gioco vi saranno diversificate occasioni di restituzione pubblica.

giocare con le biglie e le costruzioni in legno

Rilassati sulla moquette, dopo avere costruito il giocattolo per giocare con le biglie, trovano motivazione ed impegno nel centrare la "porta sempre aperta, nel tentativo anche di permettere all'altro di giocare a sua volta, ripetendo l'azione in senso inverso.
L'azione di gioco vede la sfida individuale per perfezionare il proprio lanciare la biglia attraverso la costruzione, e poi restare in relazione con l'altro, anche attraverso regole auto impartite.

Una costruzione che non è da abbattere, centrare per distruggere, ma da attraversare nel pertugio - grande o piccolo che sia stato fatto dal suo costruttore.

Dall’uso di una porta si può passare al gioco che vede la somma di due "porte sempre aperte", e questo genera qualcosa di nuovo, come sfidare come gioco, anche nel regolamento che ne può scaturire.


Nella vicinanza e nell’invito alla condivisione, è facile che la coppia veda la possibilità di unirsi ad un’altra coppia e così può nascere l’idea di sommare due porte, lo si può fare con tre, quattro, cinque ... quante se ne desiderano, per sfide sempre più avvincenti nel gruppo, arrivando anche alla definizione di giochi tra due squadre auto-determinate.

 

In quelle circostanze, dopo avere creato, è bello fare cerchio, sollevare semplici questioni come: "Qualcuno qualcuna di voi vuole raccontare qualcosa?", "Come vi sentite?" , "E' piaciuta o meno quest'esperienza?", "Che cosa ha funzionato di più e che cosa di meno?" e poi ascoltare l'impegno nell'avere costruito la relazione, nei suoi limiti e possibilità.

giocare con le biglie
più porte sempre aperte in serie